Che rabbia quando… >.<

“La buona educazione non sta nel non versare la salsa sulla tovaglia,
ma nel non mostrare di accorgersi se un altro lo fa.”
[Anton Cechov]
Il significato originale ed etimologico della parola educazione viene, secondo alcuni, dal latino e-ducere che significa letteralmente condurre fuori, quindi liberare, far venire alla luce qualcosa che è nascosto. Si intende il processo attraverso il quale l’individuo riceve e impara quelle particolari regole di comportamento che sono condivise nel gruppo familiare e nel più ampio contesto sociale in cui è inserito.
Secondo altri invece, che non sono convinti dalla semplicistica storia dell’e-ducere, la parola educazione significa insegnare ad affrontare la realtà, attribuendone un’etimologia sanscrita dal radical edh: crescere, accrescersi, aumentare; prosperara, riuscire.
Vi propongo ora qualche pezzetto di un saggio sulla buona educazione a cura di Almalinda Giacummo:
“L’educazione pare sia ormai un’arte per la quale vengono elencati dei canoni, norme che ne regolino “l’esecuzione”. […] Per vivere abbastanza serenamente nel consorzio umano, in realtà basterebbe seguire alcuni criteri che, più che frutto di regole insormontabili ed impossibili a seguirsi, sono in fondo solo buon senso allo stato puro: ad esempio, […] esistendo il divieto di fumare nei luoghi pubblici, e spesso anche negli uffici, se proprio non se ne può fare a meno è salutare in ogni caso farlo nei corridoi e vicino alle finestre, per poter coltivare i propri vizi senza che qualcuno si metta a sbuffare, a tossire ed a fare commenti che rischiano di mandare di traverso il fumo anche a chi si concede una sigaretta una tantum. […] E poi, cos’è questo vizio di parlare a voce smodatamente alta, facendo sentire a tutti, anche a chi, tutto sommato, se ne frega, i fatti nostri e quelli di tutti i nostri amici dei quali, molto poco correttamente, stiamo spettegolando ad alta voce? Parlare è un diritto, ma non farsi sentire dagli altri è quasi un dovere. […] Salutare per primi fa sempre una buona impressione, così come dimostrarsi tollerante e di aspetto curato…”

E il saggio continua…potete leggere la versione integrale qui. Ora vorrei soffermarmi un attimo sul saluto…
Non vi è mai capitato di salutare e non ricevere risposta? Che nervi mi vengono,ogni volta ci casco come un pollo!
Eppure da piccoli ci hanno insegnato che è buona educazione salutare!
Quante volte però arrivo in un posto o incontro delle persone,le saluto e…niente, non mi considerano proprio, come se non ci fossi!
Ci rimango davvero male,mi sale un nervoso che mi fa andare in bestia!
Succede poi un’altra cosa odiosa quando sono in giro con Gloria nel suo paesino di m***a – a proposito, credo non sia educato usare questa espressione!!
Ciao Glo!!”…e io sono invisibile scusa??? Che rabbia!!!
Se fosse per me……..

…anche se non è educato!!

Annunci

10 thoughts on “Che rabbia quando… >.<

  1. ahahah che forte che\’ e\’ l\’animazione !!! tempo fa salutai un mio collega , erano i miei primi giorni di lavoro . per lui era come se non ci fossi …. non mi ha salutato .il mattino seguente ? semplice … non l\’ho salutato !! beh … ora e\’ uno dei miei colleghi preferiti .il saluto e\’ degli angeli cmq … ciao

  2. 1) Preciso che il mio non è un "Paesino d m****",e non mi pare che il tuo sia una metropoli ai livelli di Tokio!2 )Mi salutano perchè io saluto forse?!?!tra la confusione il tuo "Ciao" è così flebile che a volte non si sente amore mio,forse sarà questo il motivo…questo non succede a me per esempio perchè ho-come tu e Lela sottolineate-"la voce alta"(anche se mi offendete diversamente =( )!3) E non te la prendere amore,con certa gente è tempo sprecato..inutile anche a pensarci..dove sono finiti i buoni consigli che mi davi tu?!?!Ti amo Glo

  3. io penso che il saluto sia la prima forma di educazione, anche se una persona non ci è simpatica, il saluto non si nega mai a nessuno, questo è il mio parere. e dispiace molto anche a me quando qualcuno non si accorge nemmeno della ia presenza, o io lo saluto e non ottengo risposta. Io non m\’arrendo però al primo non saluto, ci riprovo ancora, ma quando vedo che proprio quella perosna non mi saluta, allora non saluto più nemmeno io e diventa per me invisibile quella persona e per sempre. Ps, in questi giorni sono stata un pò assente perchè non ho avuto molto tempo per computer ho dovuto dedicarmi più alla casa (stiamo sistemado un pò di cose, e poi nel tempo che mi rimane studio. Quindi ecco quì che non ho mai 5 minuti per sedermi al computer. 🙂 ma spero di recuperare presto… un saluto buona giornata e buon weekend 🙂

  4. L\’animazione che hai messo è troppo figa…La posso prendere?E comunque, ti capisco: a volte capita pure a me…cioè, non proprio che io saluto e quella persona non si gira, succede che io incontro una persona, quando sto per salutarla, quella proprio evita il mio sguardo!!!!!!!!!!!!Il che mi sa che è un filino peggio, vero?Buona giornata!!!!!

  5. Vedo che è piaciuta l\’animazione!!Sono contento….Daniele, prendila pure ; )Credo sia odioso quando uno non ti caga proprio, in generale!!Che poi io dico, in riferimento a quello che è scritto sopra, invece di dire "Ciao Glo!" non puoi dire "Ciao" e stop??Almeno saluti tutti e finisce li la cosa!!Sennò significa che vuoi sottolineare che non mi vuoi salutare o che non mi sopporti!!Credo sia così…

  6. Anch\’io non tollero quando non si risponde al saluto. Ad esempio domenica, è venuta la mia ragazza qui (guarda caso si chiama Gloria) con i propri genitori, siamo scesi in giardino per salutare alcuni miei parenti e pochissimi di loro si sono alzati per salutarli e stringer loro la mano. Alcuni non se li so proprio "filati". Nel paese mio sono abituato a non sentire risposte al "ciao", infatti molta gente non la saluto più, anche se è più grande di me. Un pò mi dispiace perchè l\’educazione che ho ricevuto m\’impone di salutare le persone più grandi, però se fanno finta di non sentire…La cosa che non sopporto e mi dispiace però è che tutti i ragazzi più piccoli di me, non mi salutano mai anzi, non si salutano manco tra di loro. Possibile che nessuno di loro non abbia ricevuto uno straccio di educazione?

  7. Ripensandoci c\’è stato pure un altro episodio che la dice lunga sull\’educazione. il 7 Aprile, ovvero il giorno seguente al terremoto che ha cambiato le nostre vite, eravamo fuori ad improvvisare un pranzo, perchè non ce la sentivamo di mangiare dentro (e il gas era pure stato staccato in via precauzionale) e comunque la fame non ti veniva nemmeno. Mentre eravamo lì è arrivato un cugino di papà, che ha una casa vicino alla nostra ma abita sulla costa (evidentemente era venuto per controllare se la sua abitazione avesse subito danni), ci ha visti e non si è degnato di salutarci, nè di chiederci qualcosa a proposito delle nostre condizioni di salute. Ha parlato solo con zia alla quale ha offerto pure di andare a casa sua… e a noi non c\’ha proprio calcolati. Si è rivolto a me dicendomi "ha fatto il terremoto eh?" Pensa te… volevo mandarlo a fanculo e non avrei avuto tutti i torti.

  8. Proprio ieri mi hanno detto che una persona che mi sta alquanto sulle palle ha capito che appunto mi sta sulle palle perchè a quanto pare non lo saluto….A questo punto mi sta sulle palle ancora di più, visto che oltre che essere quello che è, è pure bugiardo…. Non ho mai tolto il saluto a nessuno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...