E non ci riesco a dirti il male che poi mi da…

Cos’è il tempo?

Non puoi vederlo, non puoi toccarlo, non puoi usarlo…solo una triste e – direi – sadica invenzione degli uomini…come se fosse facile dimenticare di essere soltanto un alito di vita prestato, un puntino nell’universo la cui vita è praticamente equivalente a zero se paragonata con quella del mondo stesso, di un qualsiasi astro, perfino della timida luna!

Il tempo è relativismo puro. Non va a rilento, non corre via nei momenti più belli. Quella che cambia è la percezione che si ha di esso. A volte anche se vedi che quella lancetta procede inesorabile, sai bene che il tuo orologio avrebbe bisogno di un bel paio di batterie nuove. Arriveranno.

E’ meglio, a volte, non averlo sotto gli occhi, al polso. Meglio fare come se le ore e i minuti fossero scanditi dal tuo orologio. E ti sembrerà, se lo vorrai, che non è mai arrivato il momento di fare. C’è un motivo. Non hai colpa. E’ cosi. E’ il tuo orologio. Prenditi il tuo tempo.

Ora l’orologio è una clessidra.

I’d like to watch you sleep at night,

To hear you breathe, by my side.

There’s nowhere else I’d rather be.

Oh, how lovely it must be.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...