Un Dio sulla terra!

Tanto per cominciare non mi ritengo uno scrittore, né dico di “scrivere”…proprio io, no!

Se ogni tanto metto una parola dietro l’altra e qualcuno mi dice che apprezza quello che ho fatto io sono felice, ma non mi monto di certo la testa. E ci tengo a specificare che non sono io che creo qualcosa, ma è la vita che si diverte a scherzare con me e intreccia una trama complessa e mutevole. Io, dal canto mio, mi limito soltanto a scrivere quello che ho in testa, (quasi) tutto quello che sento. Nessuna vena poetica, nessuna finzione.

E ovviamente i periodi in cui scrivo di più – come questo – non sono che quelli più tristi e deprimenti. Quelli che per fortuna che ci sono, ma quanto pagherei perché non fosse così!

E poi ci sei TU, che non capisco mai se leggi o no. Se ti piace quello che c’è quassù. Se intuisci qualcosa. O se, magari, ti copri gli occhi e non vedi al di là delle parole…anche se ti riuscirebbe così naturale interpretarle, perché hai anche questo dono, ma devi per forza cercare di “sfuggire”.

Pochi mi conoscono sulla terra, molti meno mi odiano e un numero modestissimo di persone mi apprezza…ma perché solo tu mi ignori? Una volta ero speciale ai tuoi occhi. Oggi desidererei soltanto non essere meno di chiunque altro. Invece…

Ed è tristemente inutile conoscere altre persone, piacere a qualcuno, quando hai occhi solo per una persona. Non fai che comparare le situazioni, le persone. Anche ingiustamente, perché io per primo odio i paragoni…qualcuno diceva che <<i paragoni sono presto fatti quando hai avuto un assaggio di perfezione>>.

Credo che, fino a quando mi ispirerai, continuerò a scrivere. E forse, quando ne avrò il coraggio, proverò a dirti due parole a voce…ho un discorsetto in testa da giusto pochi mesi, che la sera ripeto quando sono solo. Poi lo cambio, lo stravolgo. Ma il punto centrale sei sempre tu…ed io.

Quindi anche stasera nessuna nuova “conquista”. Resto intrappolato tra due fuochi, due voci. L’angelo e il diavoletto dei cartoni che mi sussurrano all’orecchio.

Se ti rivelo cosa mi dicono, prometti di aiutarmi? E’ semplice: basta che mi stringi forte e non molli mai più la presa: e sarò un Dio sulla terra!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...