Poppe e prue.

Se c’è un argomento che non ho mai trattato e, credo, mai tratterò è la politica. E non sono un amante dei tg, ma comunque sono rimasti tra le pochissime cose che guardo ancora in tv.
Poi ci sono telegiornali e telegiornali… vedi Studio Aperto e i reportage sulle famigliole di cani abbandonati o la nascita della volpe a nove code, eccetera… però quando (purtroppo) ci scappa il morto ci dobbiamo sorbire ore di diretta, reportage sulla scena del crimine, tutti uguali canale per canale! E ci risiamo con la vicenda della Concordia, riproposta in tutte le salse. Manca solo che ci dicano quanti paia di slip avesse il capitano per il viaggio o quanta “morbistenza” avesse la carta igienica presente a bordo! Strano che nessuno abbia (ancora) pensato di divulgare i video della coppietta in luna di miele. Ci poteva uscire un colossal campione di incassi: Titanic – Part 2.
In compenso sono tutti diventati degli esperti di navigazione! Gente che non distingue le prue dalle poppe (…) sta in tv a parlare di rotte nautiche e velocità di navigazione!
Ma che due fottutissime palle!
Affogateli piuttosto, vediamo quanto ne sanno di apnea a questo punto!
Insomma, facciamo servizi sui turisti che fanno set fotografici con quel milione di euro che trabocca di acqua salata e piegato su un lato e ignoriamo il fatto che dalla Sicilia è partita una rivolta che vede coinvolti diversi settori. Le autostrade bloccate, le pompe di benzine e gli scaffali dei supermercati vuoti hanno meno impatto televisivo di una nave da crociera, LA nave da crociera per eccellenza, che si è schiantata contro 1 scoglio. Non sapevo che gli scogli si spostassero giornalmente per bucare le navi da crociera! Scoop: la popolazione degli scogli si è talmente evoluta che ormai è invisibile ai radar, come un velivolo stealth.
Per carità, ci sono stati dei morti e a tutti dispiace, ma ora basta! La notizia delle manifestazioni in Sicilia si è sparsa prima su facebook che in tv! Vergognoso!
Quaggiù noi, fino a venerdì, abbiamo l’autonomia del serbatoio delle nostre auto, quello che abbiamo riempito (chi ce l’ha fatta) lunedì mattina dopo ore di fila!
Beh, se non dovesse bastare… io sono a piedi, ihihih 😛

Ps: il titolo, come è scritto anche nel post, è ispirato ad uno sketch della Littizzetto.
Non ho voluto infierire usando la parola pompe… di benzina :mrgreen:

Annunci

One thought on “Poppe e prue.

  1. Ciao. Sono completamente d’accordo con te. Ormai la curiosità, o forse dovrei dire la morbosità, vince su tutto. Sul rispetto, sul buon senso e sull’etica, professionale e non. E’ una vergogna il punto a cui siamo arrivati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...