Dormo o son desto?

Ok è vero che in questo periodo sono un po’ più impegnato del solito, infatti non scrivo proprio sempre. Però non mi sono impigrito, giuro! Solo che stando su facebook mi capita spesso di aprire pagine a caso e leggere qualsiasi cosa ci sia dentro! Da buon italiano, apprezzo molto un espresso fatto come si deve, specialmente in un periodo di esami, come è questo. Che dire, da noi il caffè è sicuramente un vero e proprio rituale; ristretto, lungo, macchiato, corretto (io un periodo usavo la sambuca). Oppure è buono quello con gli sciroppi che danno ultimamente in Autogrill, ho testato quello alla nocciola!
Però ho notato che basta spostarsi di poco e già l’espresso italiano è un miraggio: vedi i paesi del nord Europa! Caffè che sono acqua sporca che ti fanno pure pagare un occhio della testa!
Insomma, ho letto tutte queste informazioni sul caffè e non potevo non condividerle con voi!

Allora, tanto per cominciare, pare che vi siano molte leggende riguardo la scoperta di questa bevanda; una delle più diffuse ci racconta che un pastore dello Yemen notò come i suoi cammelli e le sue pecore, se si avvicinavano e brucavano certe particolari bacche, restavano eccitati per tutto il giorno fino a notte. Il pastore raccontò questa sua esperienza ad alcuni monaci che si incuriosirono ed iniziarono ad usare quelle bacche per restare svegli più a lungo e poter pregare.
Un’altra leggenda racconta che proprio il profeta Maometto, un giorno, particolarmente stanco, rivolgendosi ad Allah ricevette questa bevanda scura “come la sacra pietra della Mecca”; la bevve e si rianimò all’istante.
Si narra anche che il caffè raggiunse il nostro continente grazie ad alcuni sacchi di caffè dimenticati per caso dai turchi in ritirata da Vienna, e si diffuse poi in occidente attraverso Venezia, dove si pensa sia stata aperta la prima “Bottega del Caffè” nel 1640.

E’ risaputo che il caffè è un eccitante naturale, infatti stimola il nostro sistema nervoso rendendoci più reattivi, facilitando la concentrazione e aiutandoci a sopportare meglio la fatica, migliorando la memoria a breve termine e le capacità logiche. La caffeina potenzia anche il tono arterioso, senza alterare la pressione, agisce come cardiotonico. Il caffè potenzia la capacità di contrazione muscolare, riduce la stanchezza, migliora la coordinazione dei movimenti e il rendimento sportivo.
Non solo, favorisce la secrezione dei succhi gastrici, la produzione di bile e la contrazione della cistifellea facilitando la digestione, ecco perché, di prassi, si prende dopo mangiato. Il caffè agisce anche sulle ghiandole endocrine stimolando la secrezione delle surrenali, stimola la funzione tiroidea ed il metabolismo. È stato inoltre dimostrato che la caffeina agisce come un leggero diuretico, favorendo l’eliminazione dei liquidi.
Attenzione però che possono essere considerati benefici solo in un fisico adulto e sano, qualora non vi siano patologie in corso, altrimenti i benefici potrebbero anche trasformarsi in effetti deleteri e peggiorativi. E’ il caso di chi soffre di ulcera, gastriti, malattie da reflusso, cardiopatie, aritmie, ipertensione.

Il contenuto in caffeina del caffè varia in base alla materia prima ma anche in base ai metodi di preparazione: è inferiore nel solubile, intermedio nell’espresso, elevato nella moka tradizionale e massimo nel caffè non filtrato o ottenuto con percolazione gravimetrica (napoletana).

Infine un consiglio sulla conservazione del caffè già macinato: comprarlo sempre in confezioni che siano ancora sottovuoto e se si vuole preservare l’aroma di una confezione appena aperta, conservare il caffè in un barattolo di vetro, chiuso e posto in uno scaffale alto del frigorifero.

Piccola curiosità. Tra gli alimenti che “tengono svegli” si possono annoverare i seguenti.
#1 Formaggi stagionati
Volete schiacciare un sonnellino? Evitate i formaggi. Parmigiano, grana, pecorino romano, asiago e simili hanno un alto livello dell’amminoacido tiramina, che tiene svegli.

#2 Cibi speziati e piccanti
Soffrite d’insonnia? Allora evitate la cucina speziata: indiana, thailandese, messicana e via dicendo. O per lo meno scegliete di consumarli a pranzo piuttosto che a cena, così eviterete di restare svegli a contare le pecore.

#3 Carni insaccate e affumicate
Una vera ghiottoneria: difficile resistere a wuster, mortadella, cotechino, pancetta, porchetta, speak. Questi cibi contengono un alto livello di tiramina, che fa liberare al cervello una sostanza chimica che ci fa svegliare.

#4 Soya
Tofu, miso, salsa di soia: contengono tutti un’elevata quantità di tiamina, che caratterizza tutti i prodotti derivati dalla fermentazione della soia. Andrebbero evitati nelle ore prima di coricarsi.
Io avevo anche sentito parlare dell’amido (contenuto ad esempio nelle patate) e delle chewing gum!

Tra gli alimenti che, invece, favoriscono il risposo ci sono la farina d’avena, le mandorle, il miele, il pane integrale, le ciliegie, il cioccolato, le salse a base di pomodoro, le banane e il tacchino.

Fonte

Annunci

8 thoughts on “Dormo o son desto?

  1. mmmm
    quindi praticamente meglio digiunare la sera giusto? 😀
    vabbè io con il sonno ho dei problemi seri, devo dire che sono passata da circa 10 caffè al giorno di 5 anni fa agli attuali 2/3…ma non è cambiato nulla 😀 devo essere ormai assuefatta alla caffeina, potrei prendere un caffè già sdraiata nel letto pronta a dormire….che sarebbe la stessa cosa 😀

    • Nella maggior parte dei casi non fa effetto nemmeno a me! Ma io il caffè nei giorni “normali” lo prendo solo al mattino fisso, e magari dopo pranzo…il periodo di esami invece è un pò diverso!
      Ad ogni modo, specialmente quando sono a casa dei miei, faccio sempre uno spuntino quando mi ritiro a notte inoltrata e non bado molto a tutte queste cose, devo dire…

  2. Uh, come mi piacciono questi tuoi post così approfonditi! Io non vivo senza caffé, non riesco a tenere gli occhi aperti se non lo bevo.
    E grazie per la dritta dei formaggi, io li mangio sempre di sera, ecco perché non dormo 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...