Sogni…di legno!

Ci sono due cose che sono uguali per tutti: la morte e il trascorrere del tempo.
Pensavo questo stamattina, verso fine turno. Questi giorni di lavoro sono infatti letteralmente volati, con me che arrivo a casa stremato e la sera crollo alle dieci. Il tempo infatti scorre sempre allo stesso modo, sia che tu stia lavorando in piedi in autostazione, sia quando sei in pizzeria coi tuoi amici. Il tempo non guarda in faccia nessuno. Il tempo è “giusto”. E così anche la morte.
Ora non voglio auto-gufarmi, però vorrei rivolgere un grande “ma vai a pettinare i baffi dei trichechi!!” a tutti quelli che, dopo la scossa in Emilia, continuano a pubblicare link su facebook di un terremoto distruttivo al sud Italia. Vogliamo dire le cose come stanno?
Allora, sia chiaro, nessuno ad oggi può prevedere un terremoto. Detto questo, se nessuno ve lo ha detto ancora, buongiorno: vi ricordo che probabilmente il 90% della penisola è altamente sismico.
È facile dire, dopo la scossa, che era stata prevista. Era stato registrato uno sciame sismico, ecc… ma (e qui di nuovo un sonoro “buongiorno” gente) quanti sanno che solo sul monte Pollino in Calabria i sismografi registrano giornalmente decine di scosse?? Anche questo è uno sciame sismico, e c’è da mesi. Proprio a dicembre scorso si sono sentite nella notte diverse scosse.
Ogni volta che succede la catastrofe e ci scappa il morto, l’attenzione si focalizza sulla prevenzione, le costruzioni antisismiche, e iniziano a circolare notizie su eventuali scosse di magnitudo spaventosa qua e là; poi la “moda” passa e non se ne parla più. Peggio, si costruisce a cazzo.

E qui la polemica finisce e inizia la parte positivo-costruttiva del post: costruire in legno.
Sempre durante il lavoro, ma stavolta parlando col mio collega (e da questo si vede quanto lavori, direte voi), ho appreso i vantaggi di costruire in legno. E vi dirò di più, ci farei pure un pensierino serio!
Si perché, costruire in legno è prima di tutto molto più economico del calcestruzzo; si sa che al giorno d’oggi noi giovani a momenti non possiamo sognare di comprare l’auto nuova, figuriamoci una casa di proprietà. Poi la costruzione in legno è altamente antisismica (e qui ci ricolleghiamo al discorso di prima). Sono abitazioni ecologiche, ad alto risparmio energetico e ottimo isolamento termico e fonico.
Da quel che ho capito, basta una piccola ricerca su google e si trovano diverse ditte che lavorano col legno; puoi addirittura scegliere casa da un catalogo e bisogna “solo” montarla sulle fondazioni.
Non credo che Ikea ci abbia già pensato, ma dovrebbe 😀

Vi lascio due link a riguardo che mi sono piaciuti:
http://www.costruzioniinlegno.it/it/index.php
http://www.wolfhaus.it/

Annunci

7 thoughts on “Sogni…di legno!

  1. Mi ero informato anch’io sulle case in legno, sono un’ottima alternativa ma la menata è che ogni due anni almeno bisogna carteggiarle e ritinteggiarle. Da una parte costano poco ma dall’altra c’è una manutenzione tale che non so quanto ne valga la pena, ogni due anni mi tocca scartavetrare e ritinteggiare gli scuretti dei miei e se devo pensare di farlo a tutta la casa mi viene male.
    Alla fine ho optato per una casa con travi e colonne in cemento armato e tramezze in cartongesso e lana di roccia, non ho ancora il riscaldamento e quest’inverno la temperatura interna non era mai sotto i 7°C 🙂

  2. Eh, sarebbe una soluzione niente male..le nuove costruzioni dovrebbero essere perfette e completamente antisismiche, sarebbe già un passo avanti…
    Il ho il terrore del terremoto, quest’anno l’ho sentito due volte.
    Solo sentito, senza conseguenze.
    Mi è bastato….che spavento!

  3. innanzitutto posso vantarmi di essere una di quelle coglione che quasi tutti i giorni dà un occhiata al sito dell’INGV, dove vengono segnalati tutti i terremoti di magnitutdo superiore al 2…e non solo quando ci sono scosse enormi (a chi volesse interessare…questo è il link http://cnt.rm.ingv.it/ )
    poi ti informo che IKEA è arrivata…non da molto ma è arrivata 😀 http://www.repubblica.it/cronaca/2012/04/04/foto/ikea_lancia_aktiv_la_casa_prefabbricata-32737780/1/ )
    e poi che dire… ipocrisia anche questa come in qualunque campo in Italia. Forse il fatto di poter colpevolizzare qualcuno dopo una tragedia fa perdere quel senso di colpa per non avere lottato prima… e questo vale per qualsiasi cosa valga la pena di lottare (TAV, BREBEMI, abusi edilizi etc etc etc)
    Quante persone adesso se ne sbattono di tutto e poi sono pronte a puntare il dito quando succede qualcosa???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...