Parcheggi rosa.

I tempi cambiano proprio per tutti eh, parcheggi cittadini compresi!!
Parcheggi rosaL’altro giorno ero per la città e ho notato dei parcheggi “diversi”, del tipo che ho guardato meglio perché pensavo di esser diventato daltonico o giù di lì! Invece no, esistono: i parcheggi rosa, riservati cioè alle neo mamme e alle donne in attesa.
Che cosa curiosa! Ma utile?
Tutti sapete che esistono diverse tipologie di sosta; andiamo dai liberi parcheggi bianchi – quelli che adoro trovare e che nella mia città sono quasi estinti – ai gialli per disabili, ai tristi blu a pagamento. Di questi ultimi ne esiste anche una versione più bastarda, che io non ho mai visto, che hanno all’interno un cerchio rosso e indicano una sosta a pagamento anche durante le ore notturne.
Ma torniamo ai nostri nuovi parcheggi rosa, che poi tanto nuovi non sono. Nati infatti nel 2005, sono una lodevole iniziativa dei comuni, un gesto di civiltà per agevolare la vita delle mamme, che in genere possono lasciare lì la macchina per 90 minuti (fa fede il disco orario).
A parte che noi uomini possiamo anche esser neo papà ma nessuno ci caga di striscio, c’è da dire però che – purtroppo – i parcheggi “rosa” non sono previsti dal codice della strada! Quindi chi “ruba” il posto alle mamme non viene punito dai vigili. Le multe scattano solo per la “sosta selvaggia” sugli spazi riservati agli invalidi o ai residenti, oppure sulle aree a pagamento.
Si tratta quindi di un’iniziativa lodevole e un po’ discriminante per noi uomini, o solo di un altro spreco di soldi pubblici che si potevano magari utilizzare per altre cose?

C’è chi crede invece – e come biasimarli?! – che i parcheggi rosa dovrebbero esser accessibili a tutto il genere femminile e avere le seguenti caratteristiche: essere molto più ampi di quelli soliti, con possibile “tutor” per l’assistenza alle manovra di parcheggio, bordi di marciapiedi muniti di robusta gomma, spazi ovviamente vicini agli ingressi e sempre ben illuminati e custoditi, possibilità di sosta per novanta minuti in assenza della conducente, illimitata per le chiacchierate fra le conducenti, purché presenti!

Annunci

18 thoughts on “Parcheggi rosa.

  1. Li ho visti e utilizzati una volta perchè accompagnavo un’amica in dolce attesa.
    Io son favorevole ed estenderei l’uso anche ai neo papà ci mancherebbe!

  2. Che simpatico…
    Comunque all’ Ikea di CT se non sbaglio ci sono ma noi non l’abbiamo usato perchè vi era un posto più vicino all’entrata… Utilità? Sulla mia pelle, se alle volte non mi fanno passare neanche al super immagina se non si sentono in dovere di prendere il parcheggio rosa pur essendo di un blu elettrico!
    Ciao!

  3. Daiiiiii, l’ultimo pezzo è proprio stronzo ahahahahaha
    Comunque a che servono i posti riservati ai neo papà o ai papà in attesa?? Guidare col pancione non deve essere comodissimo, e neanche stare in macchina magari col caldo e il bebè sotto i raggi del sole, poverino!! Voi uomini siete il sesso forte quando vi conviene altrimenti volete la parità dei sessi, diciamolo!! 😛

    ps: lungi da me l’essere femminista (il femminismo lo vedo come movimento a sua volta discriminante) però, e qui non parlo per esperienza ma per solidarietà 🙂 , che le donne in gravidanza o le neo mamme facciano sempre più fatica di voi uomini, nella vita di tutti i giorni, non si può negare!!

    • Ahahaha!! Stronzo? ma te come guidi? 😀
      No comunque, scherzi a parte, è normale che le donne col pancione facciano molta fatica e non lo neghiamo! Solo che essendo i parcheggi riservati anche alle neo mamme, anche i neo papà potrebbero essere agevolati eh 😉

      • chiunque abbia un neonato appresso dici? beh si potrebbe essere….ma voi òmini sareste capace di farvi prestare il bambino dalla cugina del compagno di classe della sorella del vostro vicino, pur di trovare parcheggio aggratis 😀 oppure portarvi appresso un bambolotto…
        Ok basta dare idee gratuite di delinquenza XD

  4. E qui parte la polemica 😀
    Io sono una che rispetta le norme del codice stradale, ma, c’è un ma, grande quanto una casa.
    L’iniziativa dei parcheggi rosa può essere lodevole se fatta con buon senso, non “ad cazzum”. Ora, i parcheggi rosa all’ospedale mi stanno bene e possono essere utili, quelli all’asl idem, ma un parcheggio rosa (uno e dico uno eh, non uno tanto per dire) messo davanti alla stazione dove piglio il treno tutti i giorni, è una immensa cazzata.
    1) Innanzitutto uno, e se ci sono 2 donne incinta che fanno, se lo litigano o contano i mesi di gravidanza? (non sto parlando di una stazioncina del cavolo eh);
    2) una donna incinta che decide di andare al lavoro sta presumibilmente bene, in quanto se così non fosse, potrebbe usufruire dei permessi per la maternità/malattia, quindi se sta bene può pacheggiare pure dove parcheggio io, che tanto non sono 10 km dal parcheggio alla stazione:
    3) il parcheggio rosa in stazione occupa il posto di ben 2 posti auto, in una stazione che ha già enormi problemi di parcheggio è una presa per il culo tripla!;
    4) se non è una norma di legge, in stazione, continuerò a parcheggiare in quel posto se lo troverò libero!

    Chiamatemi cafona, cinica e incorretta, ma la questione parcheggi in stazione mi è cara e ostica da anni 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...